Home Change Management

Change Management

Oggi le aziende debbono affrontare sempre più grandi, importanti e frequenti cambiamenti. Tant'è che questi fenomeni hanno ormai le caratteristiche, non più di "cambiamento", ma di "trasformazione", perché la spinta è verso una vera e propria mutazione di DNA.

Per questo è fondamentale:

 

- diffondere la cultura del cambiamento, individuare le resistenze e le inerzie, porsi in costante e profondo ascolto della popolazione aziendale, stimolare idee e contributi nuovi ed elaborarli;
- trasferire con chiarezza e trasparenza la nuova visione, individuare i benchmark internazionali che possano essere driver e testimonial del cambiamento, lavorare sul "nuovo che ancora non c'è" e sulla conoscenza tacita, condividere quanto più possibile i progetti, mantenere alto il livello di comunicazione e di scambio, sostenere le persone rispetto alle ansie e alle incertezze;
- collegare le persone al divenire dei processi organizzativi partendo dal cliente, coinvolgendole nelle sperimentazioni che il cambiamento richiede, presidiare costantemente le nuove produzioni di senso;

- sviluppare le competenze funzionali al cambiamento e collegate al piano strategico dell'azienda, agire sugli atteggiamenti, le convinzioni, i comportamenti, l’impegno, che determinano la motivazione e il committment con cui ciascuna persona, gruppo e  comunità aderiscono ai nuovi comportamenti imposti dal cambiamento.

 

Affianco le organizzazioni per mobilitare le persone e orientarle al cambiamento, bilanciare i risultati a breve e sviluppare una visione di lungo periodo, individuando le competenze chiave e il tipo di comunicazione da utilizzare. Quanto più il committment del Vertice dell'azienda è forte, tanto più si possono realizzare progetti interessanti ed efficaci, che devono necessariamente basarsi sull'ascolto delle persone.


Utenti on line

 12 visitatori online

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter!